9.9 C
Campania
25 Maggio 2020 10:55
Home Blog

A Secondigliano i funerali dell’agente scelto Pasquale Apicella | Live

0
L'agente scelto Pasquale Apicella

Napoli. Dalle 11, nella chiesa cristiana evangelica di Secondigliano, sono in corso i funerali solenni dell’agente scelto Pasquale Apicella.

Napoli, poliziotto morto per bloccare rapinatori: fermati altri due malviventi

“L’affetto mostrato nei confronti del giovane poliziotto, della famiglia e a tutta la Polizia di Stato – si legge in una nota – è simbolo di un sacrificio che non è stato vano.
A causa delle restrizioni per il contenimento del Coronavirus, che non consentono una comune partecipazione ai funerali, i funerali avvengono in forma privata e sulla pagina Facebook della Polizia di Stato è possibile seguirli.

La Diretta

#iononriapro | Volantini a Napoli dei commercianti di via Chiaia

0
#iononriapro | Volantini a Napoli dei commercianti di via Chiaia

Napoli. Sulle vetrine dei negozi sono comparsi dei volantini per protestare e per dire che non riapriranno in vista della Fase 2. L’iniziativa è stata attuata da alcuni commercianti di via Chiaia, a Napoli.

“Le partite Iva di Napoli unite – commercio, artigianato, turismo, libere professioni e lavoro autonomo – denunciano l’alto rischio di fallimento delle micro e piccole imprese e la mancanza di aiuti concreti da parte dello Stato”. Spiegano i commercianti inviando una nota al premier Conte e alle istituzioni locali.

Le richieste riguardano l’assegno di solidarietà a tutti i dipendenti; contributo economico per il pagamento dei canoni di fitto dei locali; finanziamenti a fondo perduto; abolizione di tutti gli f24 (tasse ed imposte); stop alle cartelle esattoriali; sospensione degli accertamenti da parte dell’Agenzia delle entrate e dell’inps; svalutazione delle merci in magazzino.

#iononriapro | Volantini a Napoli dei commercianti di via Chiaia

Napoli, poliziotto morto per bloccare rapinatori: fermati altri due malviventi

0
L'auto della Polizia speronata

Un poliziotto di 37 anni è morto ed un altro è rimasto ferito a Napoli nel tentativo di bloccare gli autori di un colpo in una banca.

L’auto del commissariato di Secondigliano, all’altezza di Calata Capodichino, si è posta davanti all’auto in fuga che viaggiava contromano su cui si trovavano i banditi che avevano tentato di forzare il bancomat della Banca di Credito Agricolo di via Abate Minichini a Napoli senza riuscirci.

La volante è stata violentemente speronata dal mezzo degli uomini in fuga. L’urto è stato violentissimo con il parabrezza della volante sfondato e il motore della vettura in fuga che è saltato fuori dal cofano.

Sul posto sono intervenuti i soccorsi con i due agenti che sono portati in ospedale. Purtroppo per l’Agente Scelto Pasquale Apicella, 37 anni, non c’è stato nulla da fare.

I due rapinatori feriti nello scontro sono stati bloccati.

Arrestati i malviventi bloccati questa mattina. Si tratta di due uomini, 27 e 40 anni, entrambi residenti nel campo nomadi di Giugliano in Campania e sono accusati di omicidio volontario, lesioni personali dolose, tentativo di rapina aggravata e ricettazione.

Altri due componenti della banda di malviventi sono stati fermati e posto sotto interrogatorio.

Nautica | In Campania parziale apertura su manutenzione

0
Nautica | In Campania parziale apertura su manutenzione

La Regione Campania si allinea parzialmente alla richiesta di apertura delle attività della filiera nautica rispetto a quanto deciso da Toscana, Liguria, Marche, Emilia Romagna e Lazio.

Con l’ordinanza n.39 si stabilisce che, con “decorrenza dal 27 aprile 2020 e fino al 3 maggio 2020, ferme restando le misure statali e regionali vigenti, a parziale modifica delle disposizioni di cui all’Ordinanza n.32 del 12 aprile 2020, su tutto il territorio regionale sono consentite:

a) previa comunicazione al Prefetto competente, ai sensi dell’art.2, comma 12 DPCM 10 aprile 2020, le attività conservative e di manutenzione, di pulizia e sanificazione nei locali ed aree adibiti allo svolgimento di attività commerciali e produttive, ancorché sospese per effetto della vigente disciplina statale e/o regionale, ivi comprese le attività alberghiere e ricettive in genere nonché quelle balnearie quelle relative alla manutenzione, conservazione e lavorazione delle pelli”.

E’ da ritenere che siano ricomprese in tale parziale apertura anche le attività della cantieristica nautica, in accoglimento di alcune delle richieste avanzate da Confindustria Nautica ai presidenti di tutte le Regioni.

Poiché, a differenza di altre ordinanze, non si nominano il completamento ai fini della consegna delle unità da diporto, incluse le movimentazioni e le navigazioni tecniche necessarie, Confindustria Nautica ha chiesto alla Regione delucidazioni in merito.

Tre scosse di terremoto nella notte a Pozzuoli, la più forte da 3.1

0
Tre scosse di terremoto nella notte a Pozzuoli, la più forte da 3.1

Questa notte ci sono state tre scosse di terremoto a Pozzuoli; alle 4:16 di magnitudo 2.0, alle 4:41 di magnitudo 2.5 e alle 4.59 di magnitudo 3.1, tra i più forti negli ultimi sei mesi.

Le scosse sono state rilevate dall’INGV, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Napoli.

I terremoti sono state percepiti dalla popolazione anche nell’area occidentale di Napoli, ad Agnano Pisciarelli e su tutto il territorio di Pozzuoli e in zona Solfatara.

Molta gente è scesa in strada per la paura. Al momento la situazione è tornata tranquilla, non si registrano danni a persone o a cose con la Protezione Civile comunale che si è attivata per i controlli e le verifiche del caso.

La zona dove si sono verificate le tre scosse sismiche

Il primo di magnitudo Md 2.0 è avvenuto: 5 km da Pozzuoli (NA), alle 04:16:32, ora italiana.

L’epicentro ha avuto coordinate geografiche 40.83 di latitudine, 14.15 di longitudine ad una profondità di 2 km

Evento sismico INGV: http://terremoti.ingv.it/event/24317411

Il secondo di magnitudo Md 2.5 è avvenuto a 6 km E Pozzuoli (NA) alle 04:41:13, ora italiana.

L’epicentro ha avuto coordinate geografiche (40.83 di latitudine, 14.15 di longitudine ad una profondità di 2 km.

Evento sismico INGV: http://terremoti.ingv.it/event/24317251

Il terzo, il più forte di magnitudo Md 3.1 è avvenuto a 5 km da Pozzuoli (NA), alle 04:59:02, ora italiana

L’epicentro ha avuto coordinate geografiche 40.83 di latitudine, 14.15 di longitudine ad una profondità di 2 km.

Evento sismico INGV: http://terremoti.ingv.it/event/24317251

Napoli, 15enne muore dopo tentata rapina a carabiniere, parenti devastano pronto soccorso

0
Il pronto soccorso devastato (foto Facebook)

Un ragazzo di 15 anni è morto la notte scorsa a Napoli durante un tentativo di rapina ai danni di un carabiniere in abiti civili.

Il fatto è avvenuto in Via Generale Orsini, vicino al Lungomare. Dalle prime notizie il ragazzo era armato.

Il militare ha reagito e nella sparatoria il 15enne è rimasto ferito con colpi che lo avrebbero raggiunto al capo e al torace.

Portato dal 118 all’ospedale Pellegrini, è deceduto.

All’alba il Pronto soccorso è stato devastato, fa sapere la Asl, dalla rabbia dei parenti.

Il servizio è stato sospeso e i pazienti sono stati trasferiti nei reparti e in altri ospedali.

Gli investigatori stanno cercando di ricostruire l’esatta dinamica dell’episodio.

Il pronto soccorso devastato (foto Facebook)

“La notte scorsa, dopo il decesso di un minorenne arrivato in pronto soccorso con ferita da arma da fuoco, il Pronto soccorso del presidio ospedaliero dei Pellegrini è stato devastato dai familiari e amici del ragazzo. Un fatto gravissimo per il quale esprimo solidarietà a tutti i nostri dipendenti che ancora una volta sono stati vittime di insulti e minacce, e ancora una volta hanno continuato, nonostante tutto, a prestare assistenza ai pazienti”… “Sono stato costretto – dice Verdoliva – a chiudere il Pronto Soccorso”. Così il direttore generale dell’Asl Napoli 1 Centro, Ciro Verdoliva, il quale durante il sopralluogo nell’ospedale.

“il PS del P.O. dei Pellegrini è stato devastato (!!!) dalla rabbia dei parenti; nel corso del sopralluogo eseguito alle ore 7,00, constatato danni ad arredi e attrezzature nonché l’assenza delle condizioni igienico-sanitarie tali da non permettere lo svolgimento delle attività assistenziali di emergenza in sicurezza sia per i pazienti che per gli operatori, alle ore 7,30 abbiamo dichiarato la sospensione del servizio di Pronto Soccorso P.O. dei Pellegrini.
A seguito di tale “sospensione” è iniziato il trasferimento di n°8 pazienti presenti al Pronto Soccorso nei reparti dello stesso presidio ospedaliero ovvero – con ausilio del Servizio 118 – in altri ospedali cittadini”, scrive l’ASL Napoli 1 Centro.

Scuole chiuse a Napoli fino a sabato

0
Scuole chiuse a Napoli fino a sabato

Scuole chiuse a Napoli fino alla giornata di sabato 29 febbraio 2020 per effettuare azioni straordinarie di pulizia.

Lo comunica il sindaco, Luigi de Magistris che precisa: “Non c’è da avere paura o panico. Questa massiccia attività di igienizzazione e sanificazione è un modo per alzare ancora di più la sicurezza e la serenità nel nostro territorio”.

Iren accende il Natale di Torino, Genova e Salerno con Luci d’Artista

0
Iren accende il Natale di Torino, Genova e Salerno con Luci d'Artista

Tornano le Luci d’Artista: gli eventi a Torino, Salerno e Genova

Tornano le Luci d’Artista a Torino, Salerno e Genova: nel periodo natalizio le tre città sono illuminate da spettacolari e suggestive esposizioni di luminarie artistiche, sostenute dal Gruppo Iren.

Fino a metà gennaio 2020 le Luci d’Artista impreziosiranno i parchi e le piazze di Torino, Salerno e Genova, grazie a importanti opere che abbelliranno i principali monumenti delle tre città.

Iren, oltre ad assicurare il servizio di pronto intervento, ha curato la realizzazione delle installazioni, grazie all’expertise di Iren Smart Solutions.

“Un modo per unire il centro e la periferia”

“Il nostro obiettivo – hanno commentato il presidente Renato Boero e dell’AD Massimiliano Bianco – non è solo quello di abbellire, ma unire la città con la periferia attraverso un percorso luminoso”.

Il Gruppo ha una lunga ed ampiamente consolidata esperienza nel campo delle illuminazioni artistiche. Luci d’Artista è diventata una kermesse imperdibile, partita quest’anno da Torino e giunta fino a Genova e Salerno. Un lungo filo unisce le tre città, come una sorta di gemellaggio luminoso.

Non a caso, nel 2006, la suggestione delle installazioni torinesi lasciò a bocca aperta anche l’allora sindaco Vincenzo De Luca, oggi presidente della Regione Campania, e lo convinse a portare le Luci d’Artista a Salerno. La tradizione continua ancora: “Quelle opere mi piacquero così tanto da volerle portare anche qui da noi” ha spiegato De Luca. “È cresciuta una bella amicizia con Iren, che ci accompagna ormai da tanto tempo, generando un grande sviluppo economico per la città”.